ITALIANO
ENGLISH
Select your language
 
INDUSTRIA CERAMICA
Il primo passo verso la Creazione
Speciale Gesso Alfa
Prestazioni Dinamiche
Gr Beta
TB12
TB20
Alfa Cast 15
Alfa Cast 25
Alfa Cast 30
Alfa Cast 40
Alfa Cast 100
TB Press
TB Isol
Istruzioni
Istruzioni TB Press
Sezione Download
ISO 9001:2000
Sistema Qualità
100% Natura
la bioedilizia
INDUSTRIA CERAMICA
Gessi per la realizzazione di stampi nell’industria ceramica
ISTRUZIONI D'USO - Gesso TB Press
Mescolazione
Mescolando il gesso sotto vuoto si riduce la capacità di assorbimento e l'espansione, aumentando allo stesso tempo la resistenza e la durata dello stampo.
Ventilazione delle forme
La struttura e l'ordine di grandezza dei micropori vengono definite in funzione del momento in cui iniziamo ad insufflare aria. Dopo aver colato il prodotto nello stampo e tirato a raso il materiale in eccesso, si deve controllare la temperatura inserendovi un termometro. Lo scarto di temperatura fra l'inizio della miscelazione e l'inizio della ventilazione deve essere, come da esperienze fatte, 10/14°C (usando un rapporto di impasto 3.0 kg/l) Una volta raggiunta la temperatura si deve iniziare a soffiare nello stampo aria compressa a 0.5 bar. Ogni 40 secondi la pressione deve aumentare di 0.5 bar, fino ad arrivare a 2 bar, dopodichè si aspetta per 2 minuti, per poi ricominciare a salire di 0.5 bar ogni mezzo minuto fino a 4,5/5 bar. Raggiunto il valore massimo, mantenere la pressione almeno fino al raggiungimento della temperatura massima.
Acqua
Utilizzare solamente acqua pulita. La presenza di sostanze organiche o un’alta concentrazione di solfati riducono il tempo di presa e la qualità dello stampo. Un’eccessiva quantità di sali solubili possono determinare efflorescenze durante l’essiccamento.
Temperature
La temperatura dell’acqua e del gesso influenza in maniera diretta il tempo di presa e dovrebbe essere compresa tra 15/25 °C.
Essiccamento degli stampi
Per ottenere un prodotto con caratteristiche fisiche ottimali è opportuno prestare particolare attenzione al processo di essiccamento degli stampi. Si consiglia di utilizzare una temperatura di 40/45°C con un’umidità relativa del 40%. Questo ci permette di ottenere una ottima resistenza meccanica, una regolare capacità di assorbimento, una durata maggiore degli stampi ed infine riduce i tempi di sformatura. Dopo aver colato il prodotto nello stampo e tirato a raso il materiale in eccesso, si deve controllare la temperatura inserendovi un termometro. Lo scarto di temperatura fra l’inizio della miscelazione e l’inizio della ventilazione deve essere, come da esperienze fatte, 10/14°C (usando un rapporto di impasto 3.0 kg/l) Una volta raggiunta la temperatura si deve iniziare a soffiare nello stampo aria compressa a 0.5 bar. Ogni 40 secondi la pressione deve aumentare di 0.5 bar, fino ad arrivare a 2 bar, dopodichè si aspetta per 2 minuti, per poi ricominciare a salire di 0.5 bar ogni mezzo minuto fino a 4,5/5 bar. Raggiunto il valore massimo, mantenere la pressione almeno fino al raggiungimento della temperatura massima.
ricorda di vedere anche
SKYPANEL®
Pannelli in gesso alleggerito per controsoffitti
RICHIEDI CERTIFICATI
Se necessiti delle certificazioni clicca QUI e compila il Form
Gessi Roccastrada s.r.l. 58036 Roccastrada (GR) località Tamburino tel. +39 0564/564.511 . fax +39 0564/564.532


Copyright © Gessi Roccastrada
All rights reserved
Xhtml Valid | CSS Valid |
Powered by Vulcano s.r.l.

Gessi per stampi, gesso per stampi, industria ceramica, gesso TB PRESS istruzioni d'uso.